Idee

Torna a Idee

Carrù: il primo paese completamente a fibra ottica

Di 17 Settembre 2019

Come si installa la rete ultraveloce? Quali sono le infrastrutture necessarie e quali gli attori? La soluzione migliore porta i nomi di due importanti realtà del gruppo Coopservice: Gesta e Apulia, per Open Fiber spa.

Tecnologia e organizzazione sono gli elementi che fanno la differenza nella realizzazione delle infrastrutture. Nel 2019, le ditte Apulia e Gesta (parte del gruppo Coopservice) sono state incaricate di portare la fibra ottica a banda larga a Carrù, nel cuneese, zone impervie comprese. 

Una grande sfida per Open Fiber spa e le aziende del Gruppo Coopservice.

Fibra ottica di tipo FTTH (Fiber to the home)

L’architettura di riferimento di Open Fiber spa è FTTH– Fiber To The Home: l’obiettivo è fornire ai cittadini una connessione ultraveloce e l’accesso ai più innovativi servizi digitali.

“L’accordo con il Comune stabilisce anche le modalità di scavo per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013” – recita il sito di Open Fiber spa.

Le infrastrutture utilizzate

Le infrastrutture utilizzate per l’installazione della fibra sono state molteplici, i tecnici hanno potuto utilizzare:

• la rete di TIM o di E-distribuzione, già esistenti,

• rete di nuova realizzazione. 

Per limitare i disagi alla popolazione i lavori sono stati portati avanti con scavi attraverso tecniche di perforazione teleguidata. Tutte le infrastrutture di nuova realizzazione, oltre 12km di scavi, sono state realizzate da GESTA e da Apulia, che si è avvalsa dell’utilizzo di attrezzature all’avanguardia per la realizzazione delle stesse. 

Le tecniche di realizzazione

Tra le novità d’avanguardia l’utilizzo del drone. Il Direttore Tecnico di cantiere Ing. Antonino Panzica afferma: ”Si è resa necessaria per superare le difficoltà legate all’orografia del territorio e salvaguardare al massimo la sicurezza dei lavoratori che evitano così di addentrarsi in scarpate e zone boschive molto fitte e lavorare in prossimità di cavi elettrici in media tensione”- e aggiunge – “Grazie ad un drone particolare pilotato da Carlo Losito, dipendente Apulia, siamo riusciti a svolgere in qualche ora un lavoro che fino a qualche anno fa avrebbe richiesto giorni, se non addirittura settimane”. 

I lavori di realizzazione della fibra ottica ultraveloce sono iniziati a marzo 2019 e si concluderanno a fine settembre in tempi record: Carrù sarà uno dei primi comuni in Piemonte a vantare una rete di fibra ottica di nuova generazione

Il ruolo dei partner coinvolti

Fondamentale è stata la piena collaborazione dell’Amministrazione Comunale, che ha permesso lo svolgimento fluido dei lavori e il collegamento diretto delle sedi di proprietà della Pubblica Amministrazione (biblioteca, uffici, scuole, ecc.). Altrettanto rilevante, per la buona riuscita del progetto, è stata la pazienza dimostrata dai cittadini del paese piemontese che hanno mostrato comprensione nell’attendere il termine dei lavori. Infine,  Open Fiber spa  si è dimostrata un partner all’altezza del ruolo, disponibile nel comprendere le problematiche e risolverle in piena sinergia con noi e con il Direttore Lavori. 

L’unione fa la forza: le risorse umane

Infrastrutture e tecnologia hanno avuto un ruolo fondamentale, ma nulla sarebbe stato possibile senza risorse qualificate a svolgere il lavoro. Le risorse impiegate per la realizzazione del progetto sono state più di 50, tutte dipendenti di Apulia e Gesta, dirette dall’Ing. Panzica, assistito in campo da Borelli, Bosticco e Ranalli. 

I tecnici hanno organizzato e coordinato le attività: 

  • di scavo e posa aerea; 
  • di giunzione delle fibre;
  • di collaudo degli apparati.

La buona riuscita del progetto ha evidenziato alta competenza tecnica e dimostrando come Gesta ed Apulia siano di fatto entrate nel mondo delle telecomunicazioni ponendosi sul mercato come partner affidabili, innovativi e di successo!