02.04.2019
Persone
Come cambia la formazione aziendale con il digitale
Il Digital Learning ha oggi un ruolo decisivo per le aziende chiamate ad affrontare la trasformazione digitale in corso. Per sostenere le novità in ambito lavoro è necessario mettere in atto nuove modalità di apprendimento, puntando sulla personalizzazione e ponendo al centro la persona.

Formazione aziendale, di cosa si tratta

Con formazione aziendale si intende una attività strutturata attraverso la quale l’azienda si propone di “formare” il proprio personale, insegnando nuove competenze in ambiti specifici alla propria occupazione o in settori correlati. Questo approccio considera il capitale umano, ovvero le risorse che lavorano in un’organizzazione, una ricchezza per la crescita dell’azienda.

Di certo, nel nuovo contesto, l’offerta formativa ha l’obiettivo di aumentare le competenze di ogni persona, ma deve essere applicata in maniera strategica, coinvolgendo sia i dipendenti, sia i dirigenti. Tutta l’organizzazione è chiamata, per la prima volta nella storia, ad avere un nuovo mindset e nuove abilità per stare al passo con la digital transformation.

In questo panorama, i responsabili HR hanno un ruolo importante e una grossa responsabilità: favorire l’evoluzione della formazione in azienda aiutando l’organizzazione a individuare nuovi paradigmi e tecnologie d’avanguardia per utilizzare metodi di apprendimento innovativi.

Formazione aziendale nel contesto digitale

Deloitte ha interrogato i dipendenti di un campione di aziende selezionando secondo criteri rilvanti per la digital trasformation ottenendo dati incoraggianti. Dallo studio Coming of Age Digitally: Learning, leadership, and legacy è emerso che il 90% degli intervistati ha ritenuto fondamentale la necessità di aggiornare le proprie competenze almeno una volta all’anno, per lavorare efficacemente.

Per avere il successo desiderato le aziende devono stare al passo con il cambiamento aggiornando i modelli formativi e di business. Per questo motivo è necessario rendere l’approccio formativo più fruibile e capace di trasferire competenze tecniche e soft skill. A rendere questo processo più fluido interviene la digitalizzazione dei processi formativi, che consente a tutti i lavoratori di partecipare a corsi e lezioni online, permettendo una modalità di fruizione più in sintonia con la propria disponibilità oraria e il proprio stile di apprendimento, senza i limiti temporali e logistici imposti dalla formazione classica.

Per ottenere i nuovi processi formativi sarà necessario:

  • digitalizzare i contenuti;
  • favorire la fruizione del materiale formativo;
  • coinvolgere emotivamente e motivare i dipendenti;
  • fornire piattaforme di knowledge management per favorire l’apprendimento collaborativo.

Formazione digitale in crescita

Secondo l’Osservatorio HR Innovation Practice del Politecnico di Milano, la formazione è tra le principali iniziative volte a favorire la trasformazione digitale delle aziende.

Nel 2018:

  • il 63% delle aziende intervistate ha previsto iniziative di formazione;
  • il 60% ha dichiarato di aver aumentato gli investimenti a supporto dei processi  HR rispetto al 2017;
  • il 58% delle organizzazioni ha dichiarato di aver aumentato gli investimenti a supporto della formazione;
  • il 45 % quelli nei processi di employer branding e selezione;
  • il 52% ha comunicato di aver già introdotto app e strumenti di micro-learning, che consentono di gestire la formazione in modo ramificato e in tempi rapidi, in diversi contesti di fruizione.

Nonostante quella in aula sia, ad oggi, la formazione prevalente, il 75% delle aziende italiane afferma che il Digital Learning sia più rilevante. Più di un quinto delle organizzazioni intervistate lo ha già adottato.

Perché è importante il digital learning

L’apprendimento in azienda ha avuto un cambiamento radicale negli ultimi venti anni: da struttura statica basata sul modello classico, a a formazione interattiva, basata su una classe virtuale, fruibile da device mobile e disponibile on demand.

In una impresa ad alta intensità come Coopservice la formazione riveste un ruolo fondamentale in quanto strettamente collegata alla qualità del servizio erogato. All’aumentare delle competenze e delle abilità, aumenta parallelamente la capacità e l’impegno dei singoli lavoratori nell’erogazione del servizio e di conseguenza l’apprezzamento e la soddisfazione dei clienti per risultati di un lavoro ben fatto. Ogni anno oltre 10.000 lavoratori entrano nel nostro sistema formativo e partecipano ai corsi e seminari professionalizzanti. Anche nel 2017 sono state erogate oltre 63.500 ore di formazione su svariate tematiche sia di tipo trasversale sia di tipo specialistico.

Aggregatore Risorse

Coopservice sperimenta un innovativo protocollo per l’inserimento lavorativo di ragazzi con autismo
Persone
12.06.2024
Coopservice sperimenta un innovativo protocollo per l’inserimento lavorativo di ragazzi con autismo
Al via la collaborazione con la cooperativa sociale Casa Gioia di Reggio Emilia, in continuità con le ormai consolidate politiche di Diversity & Inclusion e le certificazioni recentemente ottenute
Si tratta dell’avvio di una collaborazione finalizzata all’inserimento lavorativo di due ragazzi con autismo ad alto funzionamento all’interno della funzione HR di Coopservice. Un nuovo progetto di forte valore sociale che si pone in diretta connessione con le politiche di Diversity & Inclusion (D&I) da tempo perseguite dall’azienda. Un protocollo innovativo basato su metodi scientifici che, messo a punto dalla cooperativa sociale Casa Gioia di Reggio Emilia, si propone di generare un impatto positivo su tutti i soggetti coinvolti: utenti e loro familiari, azienda partner, contesto territoriale.
La violenza di genere è un problema culturale. Il ruolo cruciale dell’educazione e della sensibilizzazione anche nel contesto aziendale
Persone
30.04.2024
La violenza di genere è un problema culturale. Il ruolo cruciale dell’educazione e della sensibilizzazione anche nel contesto aziendale
Un webinar con ActionAid ha fatto da corollario alla campagna contro la violenza sulle donne promossa da Coopservice
Rivolto ai dipendenti del Gruppo Coopservice, il webinar organizzato in collaborazione con la Ong Action Aid ha registrato la partecipazione di oltre 400 persone collegate in diretta dalle diverse sedi aziendali. L'incontro online ha costituito l'occasione per approfondire il tema della violenza maschile sulle donne, sfatando le tante false credenze sull'argomento e cercando di comprendere quali ne siano le cause insieme alle possibili contromisure che ciascuno può mettere in atto per prevenirla e contrastarla.
8 Marzo in Coopservice: 1 campagna raccolta like e 1 poster a difesa dei Diritti delle Donne
Persone
08.03.2024
8 Marzo in Coopservice: 1 campagna raccolta like e 1 poster a difesa dei Diritti delle Donne
Le iniziative di Coopservice per l’8 marzo rilanciano un impegno di lunga durata
In occasione della Giornata della Donna Coopservice rimarca la continuità del proprio impegno per le Pari Opportunità con nuove iniziative e modalità finalizzate a coinvolgere gli oltre 13.000 tra soci e dipendenti e più in generale l’universo complessivo dei propri stakeholder. Il Presidente Roberto Olivi sottolinea che "i diversi progetti, anche molto innovativi, sviluppati nel tempo e gli importanti risultati raggiunti da Coopservice nella Parità di Genere non sono da considerarsi però un punto di arrivo. Siamo consapevoli che la strada per chiudere il Gender Gap è ancora lunga".